mercoledì 29 giugno 2011

Capricci per andare al nido

Lorenzo va all'asilo nido da quando aveva 9 mesi, Gabriele da quando ne aveva 3. Il piccolino non ha mai fatto una piega, fin dal principio. Era un pulcino piccolo piccolo, un fagottino che ho affidato con estrema fiducia nelle braccia delle educatrici, ben sapendo che, seppur qualche mese a casa con mamma sarebbero sicuramente stati meglio, era la sistemazione più idonea per lui. E' cresciuto non solo con il terremoto di fratello intorno, ma con tanti bimbi chiassosi e con educatrici stupende. Forse perchè ha sentito la serenità con cui l'ho lasciato, forse perchè l'ambiente è davvero accogliente, forse perchè il suo carattere è così pacioso, fatto sta che non ha mai dato segni di disagio, nemmeno indiretti, tipo nel sonno o nel cibo. Ma mai cantare vittoria troppo infretta.
Lorenzo, seppur fosse stato 24 ore su 24 con me per i primi 9 mesi di vita, non ha dato nessun problema nell'inserimento e neppure più avanti, fino a giugno scorso, quando ha passato un periodo durato una 20ina di giorni in cui ha fatto i classici capricci da distacco, con relativi groppi in gola per mamma e papà. Abbiamo dato la colpa al fatto che ero agli sgoccioli della gravidanza e abbiamo pensato che sentisse "puzza di bruciato" nell'aria. Poi è passato tutto ed è tornata la solita allegria nell'andare al nido. Ora son due giorni che ci siamo di nuovo. Non sono incinta, ne sono sicura, quindi ho pensato che la causa sia il bel tempo. E come dargli torto? Con queste belle (e un po' calde) giornate chi avrebbe voglia di chiudersi in una stanza sovraffollata? E' vero che li portano fuori spesso, a fare una passeggiata per le vie del paese (sono bellissimi da vedere: una decina di bambini disciplinatissimi che camminano in fila) e a gioare ai giardinetti. Ma penso proprio che preferirebbe stare con mamma e papà qui sui monti al fresco, magari nella nuova piscina che abbiamo appena gonfiato e riempito di acqua. Sostanzialmente ha ragione a non voler andare all'asilo, nemmeno io ho voglia di lavorare con questa afa... eppure, amore mio, è solo il primo dei mille sacrifici che dovrai fare nella vita, forza!

1 commento:

  1. Forza Lorenzo... andare a scuola sarà molto peggio... ;oP

    RispondiElimina

Regalami un commento, sarò felice di leggere la tua opinione!

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...