martedì 26 luglio 2011

Vocabolario di un quasi tre-enne

Lorenzo parla parecchio bene per l'età che ha. Formula frasi corrette con tempi verbali che spiazzerebbero la maggior parte dei nostri politici. Fa i soliti errori da bambino, il più frequente forse è "vieno" invece di "vengo". Ma c'è una cosa che proprio non riesco a far capire a Lorenzo, una cosa non di vitale importanza, ma che non riesce a comprendere. La SCRIVANIA non è la SCRIVA-MIA, quindi non può dirmi "guarda mamma, l'ho appoggiato sulla SCRIVA-TUA". E sto a spiegargli mille volte che non è la scrivaMIA, bensì la scrivaNIA, ed è pure la scrivania di Lorenzo e Gabriele, è in camera loro, servirà per loro quando andranno a scuola "Ok mamma, la TUA SCRIVA serve per me e Gabriele!". Amore bello di mamma...

1 commento:

  1. ahahaha, questo post mi ha fatto tantissima tenerezze perchè ricordo perfettamente il periodo in cui anche mia nipote, sempre intorno ai 3 anni circa, aveva la stessa identica convinzione.
    Anche lei si era fissata che si chiamasse SCRIVAMIA e quando una volta,a casa sua, le dissi "lo mettiamo sulla scrivania" mi rispose tutta seria "no, no è TUA, quella è la SCRIVA di papi!!!"

    ahahahaha, sono meravigliosi...

    RispondiElimina

Regalami un commento, sarò felice di leggere la tua opinione!

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...